Toscana
Italian English French German Portuguese Russian Spanish
firenze-duomoFirenze è una delle più famose città d'arte del mondo, la limitata estensione del suo centro storico è il gran numero di opere artistiche e architettoniche presenti in esso la consacra come la città con la più alta densita di opere artistiche in Italia e nel mondo. Questa sua particolare caratteristica permette ai molti turisti di effettuare molti tours  della città anche solo cammindando per Firenze scoprendo la sua particolare bellezza anche in un solo giorno, anche se per farlo è necessario organizzare un percorso che permetta di ottimizzare i tempi seguendo un itinerario logico e razionale. 
Di seguito è descritto un percorso ideale per visitare le più significative bellezze di Firenze in un solo giorno.
 
​Step 1
Il luogo ideale da cui partire per questo tour di firenze è piazza del Duomo, dove si trova la cattedrale di Firenze "Santa Maria del Fiore" questa incredibile opera architettonica fu iniziata da Arnolfo di Cambio nel 1296, e completata nel 1436 con la famosa cupola di Filippo Brunelleschi.
La Cupola è una costruzione ardita e maestosa che all'epoca sembrava impossibile da realizzare, dalla cupola si puo ammirare di un panorama unico sulla città. Di lato alla facciata c'é il campanile di Giotto che si erige verso il cielo con la sua bellezza e rappresenta altro punto panoramico unico di Firenze.
Di fronte alla cattedrale di firenze c'é il Battistero di San Giovanni, realizzato in stile romanico, abbellito dalle famose porte in bronzo di Ghiberti e Andrea Pisano.

La terra del "Genus Loci" - 2.0 out of 5 based on 1 vote

sansepolcro-foto-marcello-piomboni.tifSansepolcro, Anghiari e Citerna fanno parte di quella  "Italia dei Minori", ma cosi non è. Paesi di confine, hanno visto negli anni la creazione del"bello" di quel Rinascimento che qui ha le proprie radici. Ci basti considerare le splendide architetture del centro storico di Sansepolcro dove la concentrazione di palazzi patrizi non ha eguali ed il superbo contesto urbanistico con i campanili alti e massicci che ci raccontano un territori ricco di traffici. La fertilità  delle campagne irrigate dal Tevere, dal Sovara hanno favorito i primi insediamenti . E' certo che la ricchezza di questi territori ha contribuito alla nascita di artisti che hanno allargato le conoscenze in ogni campo. La vicinanza all'Umbria dei Papi, alla Marca dei Malatesta e dei conti di Urbino hanno permesso uno scambio culturale che ha favorito il "genus loci" riconsociuto a Sansepolcro e alla Valtiberina.

Il Genus Loci è quello spirito che favorisce una identità culturale, è un'aria che si respira passeggiando per i Paesi o che si percepisce guardando il paesaggio che muta di colore con le stagioni e chiamato da Plinio un immenso anfiteatro quale solo la natura puo' crearlo.

Le confraternite, hanno consentito agli artisti locali di esprimersi e farsi conoscere  prima che venissero chiamati a Roma dal Papa o a Firenze per mettere il talento a disposizione di grandi opere e gli scienziati  a collabore alle scoperte piu' rivoluzionarie . La localizzazione strategica del Borgo sulla dorsale Roma Brindisi, Ancona Firenze, Roma Rimini sulla "via delle Spezie" hanno favorito insediamenti di ricchi commercianti che amavano contornarsi del "bello". 

La Val d'Orcia, magnifica zona toscana Patrimonio dell'Umanità UNESCO - 4.5 out of 5 based on 2 votes

4.55

Pienza-ToscanaLa magnifica zona della Val d’Orcia è un territorio toscano Patrimonio dell'Umanità UNESCO che si estende per la maggior parte nella provincia di Siena, ma che sconfina anche nella grande provincia di Grosseto (sono da considerarsi in Val d'Orcia due frazioni di Casteldelpiano quali Montenero d’Orcia e Montegiovi).

Ammirata, rinomata e premiata per l'intensa bellezza dei suoi morbidi e pittoreschi panorami, la Val d’Orcia è un territorio turistico molto importante anche perchè, oltre ad essere affascinante dal punto di vista naturalistico, comprende anche i suggestivi centri di Montalcino e Pienza.

Tra l'altro, anche Pienza è un luogo nominato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO ed una località molto famosa per la produzione di un rinomato cacio pecorino, per un bellissimo centro storico e per una toponomastica che la vede sede di strade dai nomi molto particolari quali Via dell'Amore, Via del Bacio e Via della Fortuna.

San Gimignano: antiche torri e dolci colline - 3.0 out of 5 based on 1 vote

5693781901 bdb3501cd9 oLa Manhattan del Medioevo, ecco come viene definita San Gimignano dai turisti che vedono apparire le sue tredici torri sullo sfondo della campagna toscana.

La città sempre una corona adagiata sulle colline, visibile, e ben riconoscibile, anche da lontano, dai diversi punti di vallate e alture che la circondano.

 

San Gimignano è senza dubbio una delle realtà più spettacolari di un fenomeno diffuso in Toscana, che vede stagliarsi suggestivi borghi fortificati sulla linea dell’orizzonte increspata dalle colline. E’ il caso di Monteriggioni e della sua cerchia muraria ancora intatta e di Certaldo Alto, patria di Giovanni Boccaccio, così come dei borghi del Chianti.

 

Il modo migliore per visitare quest’area della Toscana così ricca di ‘visioni’ è allora perdersi. Noleggiare un’auto o una mitica vespa e seguire l’ondulazione delle colline, sicuri che dopo ogni curva si manifesterà un filare di cipressi, un’antica chiesa, un castello, un borgo fatato come San Gimignano.

Visitor counter, Heat Map, Conversion tracking, Search Rank






Italia Itinerari - La migliore risorsa per i tuoi viaggi

Naviga sul sito e pubblica i tuoi Itinerari. Cerca la migliore meta per le tue vacanze. Se vuoi scoprire di più su ItaliaItinerari.it naviga nella sezione "Come Funziona"