Home
  • Italia

    Itinerari Italiani

    La mappa dei migliori Itinerari Italiani

    Mappa interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...

    Estero

    Itinerari Esteri

    La Mappa dei migliori Itinerari Esteri

    Mappa interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...

    Mare

    Itinerari al Mare

    La Mappa degli Itinerari al Mare

    Mappa Interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...
    mappa

    Mappa

    Mappa Itinerari

    La Mappa interattiva degli Itinerari

    Mappa Interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...
     
  • Natale

    Itinerari di Natale

    I Migliori Itinerari di Natale

    Natale

    Itinerari di Natale
    Continua...

    Trekking

    Itinerari di Trekking

    I Migliori Itinerari di Trekking

    Trekking

    Elenco Itinerari di Trekking
    Continua...

    Bici

    Itinerari in Bici

    I Migliori Itinerari In Bici

    Bici

    Elenco Itinerari in Bici
    Continua...

    Arte

    Itinerari Artistici

    I Migliori Itinerari Artistici

    Arte

    Elenco Itinerari d' Arte
    Continua...
     

La migliore risorsa per le vostre strutture turistiche

Itinerari Italia pubblicizza le vostre strutture turistiche. Pubblica il tuo itinerario.
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

cartiereGenova e la Liguria sono terre piene di luoghi poco conosciuti e ricchi di storia, tutti da scoprire: oggi andiamo alla scoperta delle cartiere di Genova Voltri. Quartiere dell'estremo ponente genovese, affacciato sul mare, Voltri ha una antica storia da raccontare in merito alle industrie cartarie. Per molti secoli, fino al 1800, nell'entroterra di Voltri era concentrata la produzione cartaria, conosciuta ed apprezzata in tutto il Mediterraneo fin dal Rinascimento. Le condizioni ambientali ottimali, favorirono il sorgere di questa filiera produttiva: l'acqua era abbondante, i monti scoscesi alle spalle della città permettevano ai torrenti di scorrere con grande impetuosità, l'abbondanza di legname e la vicinanza del mare, favorirono la nascita e lo sviluppo dell’arte cartaria che, per secoli, si tramandò di generazione in generazione. Nella sola valle del fiume Leira ed attigue erano ben 104 le cartiere operanti nel 1770: oggi solo due rimangono in attività, la cartiera Grillo lungo il torrente Acquasanta e la cartiera San Giorgio, nella valle di Fabbriche lungo il torrente Cerusa. I particolari edifici che ospitavano queste industrie sono stati abbandonati in alcuni casi, mentre molti altri sono stati trasformati in abitazioni oppure ospitano tutt'oggi altre attività produttive o economiche. Un'idea di come fosse questa valle all'epoca delle cartiere e del processo produttivo della carta, si può avere visitando il Museo della carta ad Acquasanta, frazione del comune di Mele.
Il museo ha sede nell’antica cartiera Sbaragia finemente ristrutturata: al suo interno si possono rivivere le antiche fasi di produzione della carta attraverso un percorso particolarmente interessante perché si possono vedere tutti i macchinari originali ottimamente conservati, nei luoghi che per secoli sono stati deputati alla produzione del prezioso materiale. Oltre al museo stesso, è tutto il territorio delle valli Leira e Cerusa a raccontarci la storia di secoli di produzione: la canalizzazione delle acque ottenuta grazie ai bei (in dialetto locale), canali artificiali che portavano l’acqua verso le cartiere o verso le ferriere (un'altra industria che ha caratterizzato la vita e lo sviluppo economico di queste valli nei secoli scorsi), le antiche molasse che si possono vedere un po’ ovunque e che sono delle grandi ruote di granito utilizzate per sminuzzare il pisto, composto di fibre naturali che permette la produzione di carta all'interno delle pille (vasche di marmo), si possono trovare sia nella zona delle Ferriere sopra Fondocrosa a Mele, che, ad esempio, nel complesso immobiliare dei Ciliegi in direzione Acquasanta.

Leggi tutto...

La magica foresta di Berignone - 5.0 out of 5 based on 1 vote

foresta-di-berignoneLa Toscana è talmente ricca di bellezze naturali che alcune di esse, forse le più preziose, restano sconosciute ai più. Tra queste è senz’altro annoverabile la ‘magica’ foresta del Berignone: dal 1995 l’intricato complesso boschivo è stato istituito quale Zona protetta dalla Regione Toscana. Ben 2170 ettari di territorio della Val Di Cecina sono occupati da questa foresta immensa. Grande fonte di legname in antichità, la foresta è stata storicamente importante anche per l’estrazione del sale: dalle moie, conche naturali in cui si formavano pozze di acqua salmastra, veniva prelevata la salamoia e fatta poi evaporare mediante l’utilizzo di caldaie alimentate dalla legna proveniente dai boschi del Berignone.
La formazione dei minerali che costituiscono la struttura del Berignone, ovvero rocce sedimentarie, conglomerati, marne, argille frutto di antichi depositi lacustri, risale al miocene superiore, databile quindi tra i 7 e i 9 milioni di anni fa.
Numerosi sono i corsi d’acqua che attraversano la foresta: il fiume Cecina, i torrenti Fosci, Sellate, Botro del Rio e moltissimi altri piccoli ruscelli che caratterizzano la foresta costituendo angoli di suggestiva bellezza.
La natura selvaggia ed intricata del bosco, qui la fa da padrona: moltissime sono le varietà vegetali che popolano la foresta: corbezzoli, filliree, lecci, lentischi, ginepri, mirti, viburni, eriche sono diffusissime, ma si trovano anche querce, cerri e roveri. Salendo in collina, sui crinali più elevati, si possono trovare aceri campestri, carpini neri e ornielli. Accanto alle piante di alto fusto, anche la vegetazione erbacea offre grande varietà: ranuncoli, bucaneve, primule, cisti, ellebori, viole, rose canine e numerosi tipi di orchidee.

Leggi tutto...

Eccovi un fantastico itinerario dove poter ammirare e sapere cosa vedere nel Salento:

 

  • Lecce

  • San Cataldo

  • San Foca

  • Roca

  • Torre dell’Orso

  • Torre Sant’Andrea

  • Laghi Alimini

  • Otranto

  • Porto Badisco

  • Santa Cesarea Terme

  • Castro

  • Gallipoli

 

Cosa vedere nel Salento? Ovviamente Lecce, la città più importante del Salento, dove potete perdervi nelle stradine del centro storico e ammirare le facciate di monumenti e chiese costruiti utilizzando una pietra locale.Tra le tante ricordiamo ovviamente la chiesa di Santa Croce, il Duomo e l’anfiteatro.

 

Da qui è facilmente raggiungibile San Cataldo, marina principale della città, è la spiaggia dei leccesi quando hanno voglia di fare un bagno veloce al mare senza allontanarsi più di tanto. Non offre molto per il divertimento ma puoi decidere di fare una passeggiata sul lungomare o decidere di prendere un buon gelato.

 

Proseguendo verso sud si possono raggiungere le marine di melendugno: San Foca, Roca e Torre dell’Orso.

 

San Foca offre anch’essa una passeggiata sul lungomare ‘, con spiagge più ampie seppur esposte ai venti. Oltre alle varie gelaterie vi sono delle ottime pizzerie nelle vie interne della città.

 

Roca  è importante soprattutto per l’apporto storico ed archeologico. Qui sono stati ritrovati un serie di insediamenti umani risalenti a varie epoche, dall’età del bronzo fino al medioevo.

 

Torre dell’Orso è la meta più giovanile, con una costa lunga oltre un chilometro a forma di mezzaluna e protetta dalle rocce. La sera puoi bere tranquillamente una birra o un buon cocktail o un caffè ammirando il mare nell’oscurità ed ascoltando della buona musica.

 

Ancora più a sud troverete Torre Sant’Andrea, i Laghi Alimini ed Otranto

Leggi tutto...

Una delle città del sud Italia più affascinanti da visitare è sicuramente Sorrento, la bella città degli agrumi della penisola sorrentina, dove il paesaggio è caratterizzato dalla vicinanza tra mare e montagna. Edificata su un costone di tufo, racchiude peculiarità uniche al mondo, di tipo naturalistico, culturale, artistico e di folklore. Vediamo a tal proposito come visitarla in un giorno anche con l’ausilio del servizio turistico offerto da amalficoast-excursions.

La visita alla città può iniziare dal cuore del centro storico, ossia dalla piazza Tasso, dedicata al grande scrittore autore della Gerusalemme Liberata che nacque a Sorrento nel 1544. La piazza si apre verso Corso Italia: la lunga via pedonale caratterizzata dalla presenza di numerose boutiques, ma anche di bar e gelaterie. Non lontano dalla piazza è situato il Museo Correale di Terranova, che custodisce dipinti e oggetti d'arte antica dal sedicesimo al diciannovesimo secolo. La raccolta comprende orologi, porcellane italiche e straniere e reperti archeologici riferiti all'antica origine della città.

Sorrento presenta un'attività artigianale di grande qualità: famosi sono i suoi merletti e le sue tarsie lignee, reperibili nei caratteristici laboratori e negozietti sparsi nel centro storico. Particolarmente interessante è il Museo della Tarsia Lignea nel Palazzo Pomarici Santomasi, costruito nel '700 e restaurato nel 1999; al suo interno è possibile trovare mobili e oggetti in legno, quadri, stampe e foto d'epoca che permettono di ricostruire l'immagine antica della città. Tra i luoghi da visitare non può mancare la chiesa di San Francesco d'Assisi, con il suo piccolo chiostro trecentesco, e la Basilica di Sant'Antonino, nota per il suo presepe settecentesco. Non lontano vi è un suggestivo Belvedere si affaccia sulla stradina che porta al borgo di Marina Grande, mentre via della Pietà conduce al quartiere medievale della città. 

Leggi tutto...

Gli Itinerari di Martino

“A circa 10 miglia a sud-est di Pelagosa, giace in fondo al mare il Cacciatorpediniere Turbine e con esso dormono il sonno eterno gli eroici marinai.
Passando di là, gettate un fiore”. //Martino
 

Itinerari in Bici

“Tutte i migliori percorsi in Bici” // Matrix
 

Pubblicizza la tua struttura

Pubblicizzati

Scrivi un itinerario e parlaci della tua zona. Pubblicizza la tua struttura. Suggerisci ai turisti tutte le attività che possono svolgere.
 

Scrivi il tuo Itinerario

Scrivi il tuo Itinerario

Scrivi ed invia il tuo Itinerario. Noi lo pubblicheremo per te sul nostro sito.
 

Pianifica le tue Vacanze

Cerca il luogo migliore

Leggi i nostri itinerari e cerca il luogo migliore per le tue prossime vacanze

Cerca il tuo Itinerario

Consulta le nostre mappe

Con le nostre mappe interattive potrai trovare facilmente il luogo che ti interessa
 
Visitor counter, Heat Map, Conversion tracking, Search Rank






Italia Itinerari - La migliore risorsa per i tuoi viaggi

Naviga sul sito e pubblica i tuoi Itinerari. Cerca la migliore meta per le tue vacanze. Se vuoi scoprire di più su ItaliaItinerari.it naviga nella sezione "Come Funziona"