Italian English French German Portuguese Russian Spanish

italy

  • piramide-etrusca-di-bomarzoBomarzo è conosciuto principalmente per il Parco dei Mostri, ma se siete stufi dei soliti itinerari turistici e cercate qualcosa di veramente emozionante Bomarzo può offrirvi qualche scoperta spettacolare. Diciamo che avete la possibilita' di scegliere tra quattro itinerari. Il primo al quale non bisogna rinunciare è il percorso che se non vi perdete e se saprete leggere i segnali del bosco vi porterà alla ormai famosa Piramide Etrusca. Dovete lasciare la macchina al campo sportivo e seguire alla vostra sinistra Via Cupa.

    Percorretela per circa un chilometro e in fondo girate a destra e seguite il percorso. Per trovare il percorso dovrete trovare la tomba di un cavallo "Musetto" seppellito in quel posto dopo una caduta al Palio di Bomarzo. Se trovate la Tomba proseguite dritto e arriverete alla Piramide dopo aver fatto visita alla casa del guardiano della Piramide. Questa casa è qualcosa di spettacolare e vale una sosta. Entrate e vedrete che è formata da un blocco unico di Peperino.

    Dopo circa 10 minuti raggiungerete la Piramide detta anche Sasso del Predicatore in quanto sembra che servisse a sacrifici animali ed il predicatore era colui addetto al sacrificio. Io l'ho visitata tante volte e ad essere sincero non sono per niente convinto di queta funzione. Comunque è composta di 26 gradini di varie grandezza ed è alta circa una quindicina di metri. E' totalmente di Peperino. Penso che sia totalmente inutile cercare di capire a cosa servisse, qualcuno afferma che risale al periodo Villanoviano e qualcuno afferma che sia Etrusca. Su internet si trovano tante idiozie riguardo a ciò, quindi quello che consiglio è di farsi una propria idea dopo averla visitata. Ora dopo la visita ritornate al campo sportivo e dalla parte opposta del campo parte una strada sterrata lunga circa cinquecento metri. Alla fine di questa strada troverete un bivio: a sinistra andrete al Camposanto tardomedievale di Santa Cecilia mentre se prendete a destra arriverete dopo una passeggiata meravigliosa e piena di scoperte alle famose cascate di Rio Castello sotto la Torre di Pasolini di Chia. In quete Cascate Pasolini ha girato la scena del Battesimo nel Film "Il vangelo secondo Matteo".

  • Il Lago

    Famoso in tutto il mondo per la bellezza dei propri luoghi, il Lago di Como ha moltissimo da offrire ai turisti italiani e stranieri. Non è solo il fascino naturale di uno specchio d'acqua racchiuso tra le prime Prealpi ad affascinare, ma l'intera atmosfera che ne pervade le rive. Tra piccoli borghi incastonati nella roccia, ville rinascimentali, Chiese romaniche e castelli medioevali, è facile lasciarsi incantare da scorci magnifici che sembrano essere senza tempo.

    Esplorare il Lario richiede un minimo di pianificazione data l'immensa offerta turistica: per questo è utile affidarsi ad una piattaforma online sul Lago di Como in grado di riassumere le moltissime proposte esistenti in un unico sito.

    Le città

    Il Lario si sviluppa su tre rami, alle cui estremità si trovano le città di Como, di Lecco e di Colico.

    Como, il paese eponimo, è conosciuto per il suo splendido centro storico prospicente il lago. Tra chiese, ville, teatri, giardini ed antichi palazzi, è sicuramente il centro più propriamente urbano della zona. Ben collegata a Milano, offre ai turisti le comodità e i vizi della vita cittadina senza rinunciare alla bellezza naturale e al contatto con la storia.

    Lecco è famosa per essere la città del Manzoni: posta su quel ramo del Lago di Como che volge al Mezzogiorno, nasconde ancora le tracce di quel borgo seicentesco a suo tempo teatro dei Promessi Sposi. Le montagne che la incorniciano sono state poi palestra per generazioni di alpinisti, da Riccardo Cassin a Walter Bonatti; tutt'ora le due Grigne sono meta abituale di arrampicata sportiva, in virtù dei molteplici livelli di difficoltà presenti e dell'aspro fascino delle vette, simili alle lontane parenti altoatesine, le Dolomiti.

    Colico, la più piccola delle tre, è da sempre un punto d'incontro e collegamento tra le diverse parti del Lario. Posta sulla cima del triangolo costituito dai tre rami, collega il lago orientale a quello occidentale, la Provincia di Lecco alla Valtellina, è la porta per la Svizzera e l'Engadina e comanda imperiosamente l'Adda sul suo estuario. Data la posizione strategica, è sempre stata contesa per il controllo del territorio: ne sono testimonianza i forti che la costellano, risalenti a diverse epoche storiche.

    Al centro esatto dei tre bracci giace Bellagio, la Perla del Lago, un gioiello arroccato sulla punta estrema del Triangolo Lariano che guarda indifferentemente a nord, a est e a ovest.

    Setting di film famosi, località romantica preferita dalle coppie e teatro di innumerevoli matrimoni VIP, Bellagio colpisce riassumendo in un solo posto tutte le qualità dei borghi lariani. Viuzze e vicoli stretti, quasi verticali, acciottolati all'ombra di palazzi storici e di ville da sogno, scorci che si specchiano nell'acqua aprendo la vista sulle lontane sponde: il fascino del piccolo paese è innegabile, e attira ogni anno milioni di turisti che ne affollano gli eleganti caffè e i rinomati alberghi.

  • 3318903254 d5d5963471 zSe ami avventurarti in viaggi culturali, immergendoti nella natura, alla scoperta delle autentiche tradizioni, un posto che assolutamente non puoi perdere è il Parco del Delta del Po. Voglio indicarti un itinerario culturale a quattro tappe per scoprire le bellezze storiche del Delta del Po e rilassarti immergendoti nella natura incontaminata.

    I viaggi culturali in Europa sono la mia più grande passione, perché mi danno la possibilità di scoprire sempre nuovi aspetti della cultura tradizionale locale. Il Delta del Po è uno dei luoghi storici più interessanti d'Italia.

    Il paesaggio del Delta del Po è estremamente piatto e dominato dall'acqua. Le quattro tappe dell'itinerario culturale si trovano sia in Veneto che in Emilia-Romagna.

  • 3.675

    salento-23-Il Salento è sicuramente una terra magica, ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Chi trascorre le proprie Vacanze in Salento,indubbiamente rimane incantato dalla bellezza dei suoi paesaggi, dei suoi numerosi luoghi di interesse e dall’atmosfera unica e inebriante che questa terra meravigliosamente offre.

     

    E’ proprio vero, la Puglia e il Salento sono una delle mete più amate al mondo come destinazione turistica... non è possibile descriverle solo con leparole, o solo con leimmagini, vanno vissuti attraverso i sensi, ascoltare i loro ritmi, assaporare i piatti tipici, guardare e ammirare gli splendidi paesaggi, inebriarsi con i profumi, toccare con mano ciò che offrono ad ogni passo, in ogni momento.

  • 4.635

    loanoLoano è un paese di una decina di migliaia di abitanti, affacciato sul mar ligure.

     

    Meta turistica molto conosciuta, offre da sempre la sicurezza della scelta perfetta per le vacanze in tutti i periodi dell'anno.

     

    Ovviamente il periodo di maggiore affluenza è quello estivo, natalizio e pasquale.

     

    Per gli amanti del mare, pulito ed ordinato, Loano detiene ormai da molti anni la famosa “Bandiera Blu” europea assegnata alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, dandone riconoscimento di garanzia e qualità.

     

    Dal 2014 viene riconosciuta a Loano anche la Bandiera Lilla la quale ha l’obiettivo di riconoscere e far conoscere quelle località che favoriscono il turismo da parte di persone con disabilità, prestando una particolare attenzione a questo target turistico.

  • rossanoRossano è una cittadina dal fascino antico: storia, tradizioni, architettura, cultura, natura e gastronomia sono i punti di forza di questa splendida località. Situata in provincia di Cosenza, essa affaccia sul mar ionio. Il suo stupendo centro storico si affaccia sulla Piana di Sibari ed è collocato ai piedi della Sila Greca.

    Rossano è famosa per i suoi numerosi capolavori dell'arte bizantina e normanna che si sono conservati fino ai nostri giorni, testimonianze artistiche ed architettoniche di questo periodo le valgono l'appellativo di "Ravenna del Sud". Il suo più grande capolavoro, legato al periodo bizantino, è il Codice Purpureo l'Evangelario più prezioso al Mondo, il 9 ottobre 2015 la commissione Unesco riunita a Dubai ha deciso di nominarlo Patrimonio mondiale dell'Umanita inserirendolo nella lista tra i beni della categoria "Memory of the Word".

  • natale-a-cattolicaSpeciali vacanze di Natale a Cattolica

     

    In ogni momento dell'anno, Cattolica accoglie visitatori e turisti con l'allegria e il calore tipici della Romagna. Se stai pensando a come trascorrere le vacanze di Natale cerca tra le proposte di hotel a Cattolica, la soluzione più adatta alla tua famiglia: la città ti conquisterà con la sua atmosfera festosa e le sue tante attrazioni.

     

    Spostamenti rapidi e convenienti

     

    La sua fama come città di villeggiatura estiva era nota anche a Dante Alighieri. In effetti, la città affacciata sul mare Adriatico, ogni anno, accoglie moltissimi turisti italiani e stranieri attratti dalle spiagge più volte premiate con la Bandiera Blu. I lidi bassi e sabbiosi sono facilmente accessibili e sicuri anche per i bambini; le numerose spiagge attrezzate offrono piacevoli attività con cui arricchire le giornate di vacanza. La città si raggiunge facilmente in treno o in automobile e rappresenta un punto di appoggio molto comodo per visitare anche le altre città dell'Emilia Romagna o delle delle regioni vicine, come Urbino, Firenze e Venezia. Trovare una sistemazione in questa piccola cittadina è facile e conveniente: il suo successo è legato anche all'ampia offerta di hotel a Cattolica. Puoi trovare raffinati alberghi di ispirazione felliniana o soluzioni molto confortevoli che permettono di apprezzare la quotidianità di questo antico centro marinaro.

  • siciliaQuando decidi una meta pensi sempre alla stagione migliore, ma quando scegli la Sicilia, le temperature non hanno importanza. Sole, mare e paesaggi sono ingredienti naturali di un’isola che lascia il segno in ogni sua stagione. Primavera, inverno, poco importa. Il sole riscalderà sempre questa terra ed i suoi fantastici paesaggi non hanno bisogno di un giorno preciso per essere visitati. Puoi decidere di fare una vacanza al mare in Estate nei mesi più caldi di Luglio ed Agosto, oppure di prendere il sole a Maggio e a Settembre. Per un’escursione sull’Etna non è necessaria la neve, quella arriva solo nei mesi più freddi, a Gennaio ed a Febbraio per esempio.

     

    In Sicilia non ci si annoia mai. Lavoro, scuola e passeggiate. Lunghe passeggiate nel centro storico di Catania o di Palermo, nel lungomare osservando i pescatori che calano la rete per tornare dopo a prendere i loro pesci.

Visitor counter, Heat Map, Conversion tracking, Search Rank






Italia Itinerari - La migliore risorsa per i tuoi viaggi

Naviga sul sito e pubblica i tuoi Itinerari. Cerca la migliore meta per le tue vacanze. Se vuoi scoprire di più su ItaliaItinerari.it naviga nella sezione "Come Funziona"