OTRANTO.jpgLe città che il Salento custodisce al suo interno sono tante e tutte da visitare, ognuna caratterizzata da particolari paesaggi, stradine, spiagge e monumenti che la rendono assolutamente unica e suggestiva. Una di queste è Otranto, incastonata lungo la costa adriatica della penisola salentina.

Godere delle sue bellezze è davvero semplice e se non amate la confusione e la calca di turisti, potreste decidere di alloggiare non proprio nel centro cittadino, ma in un b&b a qualche chilometro di distanza da Otranto, in questo modo potrete godere di tutti i servizi di cui avete bisogno, in un ambiente tranquillo lontano dal caos cittadino e con un occhi particolare al prezzo.

Potrete godervi il contatto con la natura salentina in assoluta tranquillità, senza dover percorrere troppi chilometri per raggiungere la costa o i principali punti di interesse della zona.

 

Ma da dove iniziare per visitare Otranto? Ecco un piccolo itinerario per voi.
 

Le spiagge

Come ogni vacanza estiva in Salento che si rispetti, un bagno nel meraviglioso mare salentino è d’obbligo. Otranto possiede delle spiagge favolose, come quella di Conca Specchiulla, contraddistinta da piccole insenature sabbiose che si alternano a scorci di scogliera alta ed imponente. Si tratta della località marina posizionata più a nord lungo la costa.

Ma le spiagge di Otranto sono davvero tante, tra tutte vogliamo consigliarvi:

  • La spiaggia di Porto Badisco con calette e grotte naturali di sicuro fascino.
  • La spiaggia di Baia dei Turchi caratterizzata dalla sabbia bianca e fine, con un mare di una limpidezza che lascia senza fiato.
  • La spiaggia di Porto Craulo con bassi fondali e mare tranqulli ideale per le famiglie.


 

Arte e storia

Oltre alla costa Otranto regala molto anche agli amanti dell’arte e della storia. Vi basterà infatti percorrere le stradine del centro storico per farvi piacevolmente rapire da un’atmosfera sospesa nel tempo, e visitare magari il famoso Castello Aragonese.

Si tratta della struttura difensiva più importante della città, ancora perfettamente conservata, al cui interno vengono organizzati ogni anno tantissimi eventi culturali ed artistici importanti. Quest’anno ad esempio ci sarà per tutta l’estate una bellissima mostra dedicata a Giorgio De Chirico, fino a settembre.

E poi ancora la meravigliosa Cattedrale, scrigno che custodisce uno dei capolavori più importanti dell’arte musiva medievale: un mosaico che si sviluppa lungo le tre navate della chiesa, e che rappresenta un affascinante Albero della Vita.
 

Cucina locale

Con tutto questo girovagare vi sarà venuta una gran fame. Ecco perché dovete assolutamente fermarvi presso uno dei ristorantini tipici del posto e assaggiare i piatti della gastronomia salentina come i ciciri e tria, le pucce, riso patate e cozze, i pasticciotti, i ricci di mare e tanto altro.

Un itinerario tutto da vivere nella magica bellezza di questa città salentina.