Panorama di Gallipoli (Italia)

>Gallipoli - kalé polis, ovvero la città bella secondo i Greci - si affaccia sulla costa Ionica pugliese in provincia di Lecce, letteralmente sospesa tra terra e mare. Si divide infatti in due parti. La parte nuova della città è costruita lungo la costa, il centro storico (o borgo antico) sorge invece su un'isola di origine calcarea collegata alla terraferma tramite un ponte ad archi seicentesco. È uno dei più conosciuti e graziosi borghi dei tanti, che insieme alle torri difensive, punteggiano le coste salentine. Attratti dal meraviglioso mare e dalla bellezza del vecchio borgo dagli scorci suggestivi, molti visitatori vengono qui a trascorrere le loro vacanze. Accolti da una ospitalità autentica e da una ricchissima varietà enogastronomica, i turisti trovano svariate occasioni per il loro soggiorno a Gallipoli, dagli hotel Gallipoli alle case vacanze Gallipoli, dai residence ai b&b, dai camping agli agriturismi. La cornice attorno alla città è il magico Salento, una terra dove è la natura la prima cosa che colpisce. Arrivando in questo lembo di terra, sospeso tra due mari, si subisce immediatamente il fascino degli elementi naturali, specie del mare, del sole e del vento, che dominano un paesaggio ricco di storia. Una costa caratterizzata dall elevata variabilità dei paesaggi, che da sola è sufficiente per invogliare a trascoerrere in puglia vacanze <.

 

{ads1}

Le calette lasciano spazio alle rocce o a suggestive grotte, o ancora a lunghe spiagge che talvolta, come nei pressi dei laghi Alimini, sono mete ambite dagli amanti del surf, kite surf e windsurf. Per non parlare dei fondali della costa ionica e di quella che va da Otranto a Santa Maria di Leuca, dove gli appassionati di diving hanno l'imbarazzo della scelta. Immergendosi poi nell'entroterra, tra spazi per lo più pianeggianti, con lievi rilievi collinari nella parte meridionale, si scoprono le città e i paesi, gioielli del famoso barocco leccese, che mostrano orgogliosamente le tracce dei Messapi e della Grecia salentina che porta nella lingua, nei canti e nelle feste popolari i segni della cultura della Magna Grecia. Gallipoli mescola perfettamente le anime messapica e greca. In origine fu un centro messapico infatti, con il nome di "Anxa". Conserva ancora abitudini, riti e il dialetto provenienti dall'influnza che ebbe la cultura greca. Anche i romani dominarono Gallipoli, seguiti, tra gli altri, dai Bizantini. Successivamente la città passò nelle mani degli svevi e degli Angioini, di cui si trova traccia nella ristrutturazione del vecchio castello bizantino trasformato in fortezza e poi ulteriormente fortificata dagli spagnoli durante la loro dominazione. La città antica di Gallipoli, arroccata sulla sua isoletta fortificata, è la parte da non perdere. La piccola isola è caratterizzata da un insieme di vicoli e piccole strade che si incrociano tra di loro. Le mura, i bastioni e le torri, che un tempo proteggevano la città dagli invasori, oggi le donano un fascino unico e fanno da scudo contro le mareggiate. Di fronte si ammira in lontanza un altro isolotto, Sant'Andrea, che ospita il faro. Sugli stretti vicoli si affacciano le caratteristiche case di un bianco abbagliante. Tra le belle stradine si scoprono tesori quali chiese, come la cattedrale di Sant'Agata in stile barocco, corti e palazzi nobiliari. Nelle vicinanze del ponte, sulla sponda che fronteggia la città vecchia, si può ammirare la fontana ellenistica, ricca di bassorilievi ispirati alla mitologia greca. Di fronte alla fontana si trova il castello, a guardia della città vecchia. Gallipoli è una meta turistica molto apprezzata dagli amanti del mare. La sua costa è caratterizzata da un litorale basso e prevalentemente sabbioso che si estende a nord della cittadina verso Lido Cochiglie e a sud tra Lido S. Giovanni e Punta Pizzo. Tra le spiagge spicca per i suoi colori Punta della Suina. Tutto il tratto è connotato dalla presenza di acque trasparenti e da una fitta vegetazione retrostante. 

 

contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival