3318903254 d5d5963471 zSe ami avventurarti in viaggi culturali, immergendoti nella natura, alla scoperta delle autentiche tradizioni, un posto che assolutamente non puoi perdere è il Parco del Delta del Po. Voglio indicarti un itinerario culturale a quattro tappe per scoprire le bellezze storiche del Delta del Po e rilassarti immergendoti nella natura incontaminata.

I viaggi culturali in Europa sono la mia più grande passione, perché mi danno la possibilità di scoprire sempre nuovi aspetti della cultura tradizionale locale. Il Delta del Po è uno dei luoghi storici più interessanti d'Italia.

Il paesaggio del Delta del Po è estremamente piatto e dominato dall'acqua. Le quattro tappe dell'itinerario culturale si trovano sia in Veneto che in Emilia-Romagna.

 

LOREO

Un ridente paese rurale immerso nel Parco del Delta del Po. Anticamente, per mezzo del canale che lo attraversa, era collegato direttamente a Venezia.

Tutto il territorio di Loreo anticamente era sotto il controllo della Serenissima, che veniva rifornita via fiume dei gustosi frutti e ortaggi della campagna polesana.

Loreo ha un centro storico piccolo, quanto basta per mostrare il tipico aspetto venziano con strette calli, portici e coloratissime case basse.

La Chiesa di Santa Maria Assunta è un bellissimo esempio di chiesa arcipretale veneziana settecentesca e ancora oggi è il fulcro di questo piccolo paese di campagna.

Poco distante dalla Chiesa puoi visitare un interessante antiquarium, che narra la storia della città. Alcuni anni fa, poco distante da Loreo, durante uno scavo archeologico vennero ritrovate alcune navi antiche di età romana. Nell'Antiquarium di Loreo potrai conoscere la storia di queste navi, l'itinerario che percorrevano e la vita degli abili marinai che seguivano i corsi d'acqua del Delta del Po per raggiungere le città dell'entroterra, come la città etrusca Adria, e per raggiungere il Mar Adriatico.

Disseminate sul territorio di Loreo troverai anche antiche e affascinanti corti, aziende agricole con ampie corti centrali un tempo appartenute a prestigiose famiglie terriere dell'aristocrazia veneziana. Oggi molte di queste Corti sono abbandonate ed entrare per esplorarle è praticamente inutile, ma se ami la fotografia potrai immortalare un paesaggio di altri tempi con frutteti, aie, cascinali sparsi e, se sarai fortunato, un tramonto limpido con meravigliose sfumature rossastre. Il cielo sembra sempre immenso visto dal Veneto!

 

SACCA DI SCARDOVARI

Addentrati nel profondo Delta, dove tutti i giorni gli abili pescatori della zona si allontanano con i loro pescherecci per tirar su il pesce che servirà a rifornire i mercati ittici della zona.

Scardovari è una delle sacche più suggestive del Delta, un luogo magico dove i colori della natura si mischiano a quelli delle case in legno dei pescatori. In lontanaza vedrai gli allevamenti di crostacei e potrai passeggiare respirando una profumatissima aria di mare.

Ti consiglio di recarti a Scardovari all'alba o al tramonto per vedere il paesaggio circostante in tutto il suo splendore. Sicuramente luogo il cammino la tua attenzione si soffermerà sugli stormi di fenicotteri e sui tanti altri volatili che ogni estate attraggono decine di turisti appassionati di birdwatching.

Una tappa affascinante e utilissima se vuoi rilassarti e ritrovare te stesso.

 

LA PIEVE DI SAN BASILIO (Località: Ariano Polesine)

La Pieve di San Basilio è uno dei luoghi sacri e culturali più belli del Parco del Delta del Po.

Fu costruita tra il IX e il X secolo, quando la zona era sotto il dominio del Patriarca bizantino di Ravenna. Per costruirla gli abitanti della zona dovettero bonficare e dissosare numerosi ettari di boschi, valli e barene. Inizialmente era un semplice oratorio rurale. Nel XIII secolo divenne Pieve e una delle chiese più importanti della campagna veneziana.

Dopo l'alluvione del 1950 è stata ristrutturata e durante i lavori sono venuti alla luce numerosi reperti archeologici. Negli anni le indagini archeologiche non hanno mai avuto termine e sono stati ritrovati altri importanti manufatti negli anni '70 e '80. Oggi sono tutti conservati nel Centro Turistico Culturale, inaugurato nel 1995.

Potrai scoprire la storia di questo incredibile territorio: dal dominio delle popolazioni pre-romane fino al Medioevo dominato dai bizantini e dal governo della Serenissima.

 

ABBAZIA DI POMPOSA (Località: Codigoro)

Più a sud rispetto a luoghi precedenti e fuori dai confini del Veneto si trova un luogo incantevole, l'Abbazia di Pomposa, a pochi chilometri dalla splendida città di ferrara.

Il primo insediamento della comunità monastica risale al VI-­VII secolo. Furono i monaci di San Colombano a fondarlo sotto la dominazione bizantina e longobarda. Nel IX secolo venne costruita la prima abbazia benedettina, circondata interamente dalle acque del fiume Po.

Nel X secolo passò sotto il controllo di Pavia, capitale del regno longobardo, e iniziarono i lavori per il restauro e l'ingrandimento dell'abbazia. Agli inizi dell'XI secolo venne consacrata la Nuova Abbazia di Pomposa.

Visitare l'Abbazia di Pomposa vuol dire conoscere un aspetto importantissimo dell'arte romanica italiana. Il campanile è uno degli esempi più belli e perfettamente integri d'Italia. Un splendido esempio di campanile romanico che domina l'intera abbazia.

Entrando nella chiesa di Santa Maria verrai pervaso da un'atmosfera mistica. Bellissime sono le decorazioni delle navate e gli affreschi medievali conservati in perfetto stato.

Fuori dalla chiesa potrai passeggiare nei giardini e visitare il monastero, con la Sala Capitola e il Refettorio riccamente decorati. Un esperienza unica per conoscere la storia medievale del Delta del Po.

 


 

Mi auguro che questo itinerario culturale sappia regalarti momenti emozionanti e ti aiuti a conoscere meglio il territorio polesano. Credo che il modo migliore per conoscere la storia e le tradizioni di un luogo sia organizzare un itinerario culturale e andarlo a visitare di persona.

Se hai deciso di trascorrere molti giorni in Veneto, questo itinerario potrebbe non bastare a riempire la tua vacanza, perciò ti consiglio di visitare tre isole di Venezia: Burano, Torcello e Murano.