porto cesareoPorto Cesareo, ormai considerata una delle mete turistiche più gettonate del Salento, è importante anche per l’antico Porto Sasinae. Se amate le spiagge, il mare cristallino, le dune di sabbia, e vorreste trascorrere la vostra vacanza a Porto Cesareo, sul portale turistico SALENTOCASAVACANZA.IT c'è una vasta scelte di offerte per appartamenti e case vacanze vicino al mare ed alle stupende spiagge.

La città di Porto Cesareo ha origini molto antiche ed era conosciuta in epoca pre-romana proprio per il Porto, fu fondata dagli abitanti di Saseno, piccola isola dell’Albania.
Nel V secolo a.C. gli abitanti di Saseno approdarono sulle coste Ioniche e si affermarono, da subito, come abile popolo di commercianti e pescatori. Successivamente arrivarono i Micenei, poi i Messapi, i quali, provenendo probabilmente dall'attuale Albania, per la facilità di approdo e per la vicinanza, si erano stabiliti su tutto il territorio pugliese già intorno all' VIII secolo a.C.
Dopo diversi anni, intorno all’anno Mille, nel paese ormai distrutto e semi abbandonato, si insediarono i monaci basiliani, i quali costruirono un’abbazia grazie alla quale ci fu la rinascita del centro urbano. Fu chiamata Cesaria, nome derivante dai Greci, e, come spesso succede in presenza di porti commerciali, il centro di estese e si ingrandì.
Con il feudalesimo, il territorio e il centro si ingrandirono ed incominciò la fase di urbanizzazione. La cittadina faceva parte del più vasto e vicino comune di Nardò, e, per volontà del Vescovo, fu costruita nel 1880 la Chiesa della Madonna del Mutuo Soccorso, che si unì alla Cappella di Santa Cesarea del ‘600.


Agli inizi del ‘900 vi fu una grande opera di bonifica dei terreni agricoli e dell’entroterra circostante, trasformando il piccolo paese di pescatori in una apprezzata meta balneare. Dal 1975, Porto Cesareo, è comune autonomo.
Oggi, grazie anche ai 17 km di costa, con dune bellissime, spiaggia bianca e mare cristallino, Porto Cesareo è uno dei centri balneari e turistici più richiesti del Salento. La città è circondata da macchia mediterranea e da ulivi bellissimi che testimoniano l’attenzione verso il territorio e la natura. Dal mare, di tanto in tanto, emergono isolotti di varie dimensioni, il più grande e conosciuto è l’Isola Grande, anche detta Isola dei Conigli. L’Isola prende il nome dal fatto che negli anni ’50, sulla stessa, fu avviato un allevamento di conigli allo stato selvatico.
L’Isola domina la città e il mare circostante, è visibile dal centro urbano, si può raggiungere con il servizio barca disponibile sul molo e, tempo permettendo, anche a nuoto attraversando il mare. Quello che affascina, oltre alle acque bellissime e calde, sono i lidi contornati da dune naturali e macchia mediterranea. Il litorale è lunghissimo, va da Porto Cesareo, a Punta Prosciutto, passando per Torre Lapillo, con distese di spiaggia e di mare e stabilimenti balneari alternati a spiaggia libera. In molti tratti di mare, la spiaggia e il mare sono bassi per diversi metri e consentono lunghe passeggiate.
La bellezza e la ricchezza di Porto Cesareo è sicuramente dovuta al mare immenso e cristallino, e alla tutela che il territorio ne fa di questo prezioso bene. Infatti è stato istituito il Parco Marino Nazionale, detta anche Area Marina Protetta che si estende da Punta Prosciutto a Torre Inserraglio.
A Porto Cesareo, e in zone vicine, troviamo numerose Torri Costiere, meglio conosciute come Torri di avvistamento, volute da Carlo V, come segno di forza e potenza della città. Infatti spesso i pirati in cerca di ricchezze, approdavano sulle coste salentine per fare saccheggi, le Torri erano un punto strategico per l’avvistamento e l’eventuale risposta agli attacchi esterni. Infatti, sulla parte più alta della Torre, venivano disposti dei cannoni in grado di rispondere al fuoco da apposite fessure.

 

LA STATUA DELLA PROSPERITA’

Porto Cesareo è famosa anche per la  statua della prosperità dedicata a Manuela Arcuri, che reca la frase:  “ll mare di Porto Cesareo a Manuela Arcuri simbolo di bellezza e prosperità”. Nata da un’idea pubblicitaria, realizzata da Salvatino De Matteis nel 2002.


contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival