Los AngelesLe spiagge della California godono di una certa notorietà, e città come Los Angeles sono ormai da tempo mete predilette dai viaggiatori europei.
Eppure capita spesso che chi visita la costa del Golden State
alla ricerca di un mare da Caraibi, rimanga spesso deluso di fronte ad un Oceano Pacifico che va di fatto considerato un mare più da surfisti che da bagnanti, pur offrendo paesaggi altrettanto suggestivi.

Compito de Il Los Angeles - il Magazine per gli Italiani a Los Angeles - sarà dunque quello di suggerirvi autentiche perle e meravigliosi litorali desolati, in cui non è raro trovare una natura incontaminata e acqua cristallina.

Con una cinquantina di chilometri di splendide spiagge, Los Angeles rimane il sogno di chi ama il sole, il surf e il relax. Dalle battigie più esclusive di star e billionaires a quelle più alternative e gettonate e alle onde perfette per i surfisti, vi proponiamo la classifica delle spiagge più seducenti della città.

 

Al primo posto c’è Malibù, spiaggia esclusiva per divi del cinema e milionari. Con oltre 43 km di spiagge racchiuse tra l’oceano e la mitica strada costiera Pacific Coast Highway, le frastagliate montagne della Santa Monica Mountains National Recreation Area fanno da sfondo ad alcune delle spiagge più famose d’America: Malibù State Beach, Topanga State Beach, la leggendaria Surfrider Beach, adiacente al Malibù Pier (molo), paradiso dei surfisti, ma anche Zuma Beach, tra le più ampie della Contea di Los Angeles, e Manhattan Beach, piena di giocatori di pallavolo e americani tipici (forse la migliore rappresentazione del California Dream).

Imperdibile il tramonto a El Matador Beach, una suggestiva e romantica oasi di pace e natura, frequentata da pittori solitari, e fotografi impegnati sul set.

Tra Carbon Canyon Road e il molo di Malibù si trova invece Carbon Beach, meglio conosciuta come Billionaire’s beach, altra spiaggia considerata tra le più esclusive della zona. Sabbia finissima e tratti di battigia privata riservata ai residenti, e frequentata da imprenditori americani.

 

Al secondo posto c’è Venice Beach, spiaggia attrezzata per praticare ogni sport, dal basket al tennis, dallo skate al beach volley. Ma anche area concerti e dancing. Frequentata da tutti, Venice Beach è un mosaico di razze, culture e gusti.

Conosciuta anche come „la Venezia d’America“ per la fitta rete di canali artificiali, mantiene un aspetto ‘bohémien’ con villette in legno e case dalle forme e colori più vari, decorate con veri e propri murales.
Qui potrete far visita alla famosa palestra di
Muscle Beach, aperta sulla spiaggia dove far sfoggio dei propri bicipiti, e dove è nato il mito di Arnold Schwarzenegger.

 

Al terzo posto la spiaggia di Santa Monica, frequentata da famiglie e turisti e particolarmente amata da noi europei, tanto da lasciarsi chiamare la „Nizza della California“.

Nonostante il mare non sia dei migliori, la Baia di Santa Monica offre un litorale vastissimo con il tipico scenario della nota serie TV interamente girata su queste coste „Baywatch“, torrette dei bagnini rigorosamente in costume e salvagente rosso.

Simbolo di Santa Monica è il Santa Monica Pier, il più antico molo per imbarcazioni da diporto della West Coast, una lunga passerella arricchita da un luna park vecchio stile.

Altro punto di forza di Santa Monica è senza ombra di dubbio la 3rd St. Promenade, una vivace isola pedonale ricca di artisti di strada, cinema, bar e negozi per tutti i gusti.

 

Questa è la nostra piccola e funzionale guida alle migliori spiagge di Los Angeles.
A voi, non resta che prenotare il volo aereo e andarle a scoprire di persona.

contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival