Una giornata nel Borgo antico di Gallipoli - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Gallipoli Città VecchiaLa Puglia e soprattutto il Salento sono ricchi di mete preziose ed emozionanti, che ne fanno di anno in anno il territorio più amato e scelto dai vacanzieri italiani e stranieri.

Tra le tante splendide città che meritano assolutamente di essere visitate, vi è senza dubbio Gallipoli. Viene romanticamente definita la "perla dello Ionio", non solo per la sua posizione ma anche per la sua straordinaria bellezza e chi è in cerca di arte e storia, incastonati in uno scenario unico, non potrà non dirigersi qui durante le vacanze, almeno per un giorno.

Durante l'alta stagione Gallipoli diventa meta di un flusso turistico molto elevato, per questo una tendenza sempre più diffusa è quella di scegliere un punto di partenza immerso nella splendida natura, dove scoprire il vero fascino della cultura locale, degustare prelibatezze tipiche del periodo e organizzare i propri intinerari in assoluto relax.

Ed è proprio a chi gestisce una struttura di questo tipo, signora Luisa del residence Villa Vacanze Paradiso, che abbiamo chiesto dei consigli su un itinerario speciale nella splendida Gallipoli.

Le indicazioni che ci ha fornito ve le riproponiamo come itinerario da provare assolutamente per scoprire il borgo antico di Gallipoli.

L'itinerario di una giornata si sofferma soprattutto nella sua parte più antica, nettamente divisa da quella moderna attraverso un ponte seicentesco.

Entrati nel centro storico potrete ammirare il Castello Aragonese, riaperto da poco al pubblico e sorto su più antiche fortificazioni nel XV secolo.

Una volta superato il castello potrete procedere lungo il perimetro delle mura e della Riviera C. Colombo, dove sorge la Chiesa di S. Francesco di Paola, seicentesca, con interessanti opere d’arte all’interno.

Al di fuori della chiesa, tra le torri di San Benedetto e San Giorgio, potrete sostare su un punto panoramico che vi regalerà paesaggi e tramonti unici, perfetti per i romantici e gli appassionati di fotografia.

Potete poi proseguire verso Palazzo Tafuri caratterizzato da raffinate decorazioni Rococò, risalente al Settecento e la Chiesa della Purità, del XVII secolo, con un coloratissimo e vivace interno.

E poi ancora la Chiesa di San Francesco d’Assisi (XVII-XVIII sec.) con una facciata in tufo locale e un interno ricco di antiche opere d’arte.

Senza perdere Palazzo Ravenna, dalle forme neoclassiche e colonne bianche, la Chiesa del Carmine, il Palazzo del Seminario, con lavorazioni in ferro e legno, e la famosa Cattedrale, uno dei principali monumenti del Barocco locale.

Risale al 1630 ed è impreziosita da motivi floreali, statue di santi protettori e decorazioni in tipico barocco leccese.

Un itinerario senz’altro emozionante all’interno di una delle città più belle della Puglia e del Salento.

contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival