Home
  • Italia

    Itinerari Italiani

    La mappa dei migliori Itinerari Italiani

    Mappa interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...

    Estero

    Itinerari Esteri

    La Mappa dei migliori Itinerari Esteri

    Mappa interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...

    Mare

    Itinerari al Mare

    La Mappa degli Itinerari al Mare

    Mappa Interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...
    mappa

    Mappa

    Mappa Itinerari

    La Mappa interattiva degli Itinerari

    Mappa Interattiva

    La mappa interattiva. Naviga tra gli Itinerari.
    Continua...
     
  • Natale

    Itinerari di Natale

    I Migliori Itinerari di Natale

    Natale

    Itinerari di Natale
    Continua...

    Trekking

    Itinerari di Trekking

    I Migliori Itinerari di Trekking

    Trekking

    Elenco Itinerari di Trekking
    Continua...

    Bici

    Itinerari in Bici

    I Migliori Itinerari In Bici

    Bici

    Elenco Itinerari in Bici
    Continua...

    Arte

    Itinerari Artistici

    I Migliori Itinerari Artistici

    Arte

    Elenco Itinerari d' Arte
    Continua...
     

La migliore risorsa per le vostre strutture turistiche

Itinerari Italia pubblicizza le vostre strutture turistiche. Pubblica il tuo itinerario.
Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Itinerari - 2.5 out of 5 based on 4 votes

2.55

Siena magie della terra toscana - 5.0 out of 5 based on 1 vote

 

Panorama di Siena

Sia che la si raggiunga scendendo dalle verdi colline del Chianti, sia che si arrivi da sud, attraverso il paesaggio “lunare” delle Crete, che dal grigio degradano dolcemente verso il marrone, lasciando presagire il giallo bruciato della Maremma, Siena si palesa come un glissando rosso-mattone omogeneo, robusto e compatto, che si arrampica lungo i colli.

 

{ads1}

È il mantello di cotto che ricopre uniformemente tutti i tetti della città (tutelato da un’apposita legge comunale) che da lontano dà l’impressione di trovarsi di fronte ad una fortezza fiera e inespugnabile. La fierezza è infatti il carattere che da sempre contraddistingue la storia di una città ricca, colta e battagliera, e che ritroviamo ancor oggi nei suoi orgogliosi abitanti. Una fierezza che si incontra ad ogni angolo delle tortuose vie del centro, che si snodano lungo valli e pendii intorno alla nobile piazza del Campo, vero cuore pulsante della città. La piazza a forma di “conchiglia”, famosa in tutto il mondo non solo per il celebre Palio che vi si corre due volte l’anno (2 luglio e 16 agosto), si estende lungo un pendio che, ben lungi dal rappresentare un “difetto”, esalta la determinazione e la capacità dei senesi di piegare “l’aspra natura” alla propria volontà e al proprio gusto architettonico. Ma l’austerità degli edifici è una caratteristica dell’intera città, che brulica letteralmente di antichi palazzi nobiliari,testimonianze di un passato di accese lotte per la supremazia politica e di aspre contese tra i vari casati cittadini: Tolomei, Salimbeni, Chigi-Saracini, Sansedoni, il Palazzo Arcivescovile e il Palazzo del Capitano, tutti edificati tra il XII e il XV secolo. Sono le indelebili tracce di un campanilismo che è componente fondamentale dell’anima senese, e che sta alla base della fiera sopravvivenza dell’identità contradaiola e dello speciale legame col territorio, che ogni senese, nonostante il forte afflusso turistico, sente davvero suo, come avviene in poche altre città italiane. Ma Siena è anche la città di Santa Caterina, patrona d’Italia, e la sua devozione si manifesta nelle sue bellissime chiese, a partire dal Duomo dalla pregevole facciata gotica (realizzata da Giovanni Pisano e Giovanni di Cecco), un vero scrigno di tesori, su tutti le tarsie marmoree del Beccafumi, e dall’attiguo Battistero; senza però dimenticare le chiese di S. Domenico, S. Francesco, S. Maria del Carmine e S. Maria degli Angeli, gioielli gotici e rinascimentali che, come le numerose fontane storiche, danno ulteriore lustro ad una delle città italiane più belle e amorevolmente salvaguardate.

 

Tra i diversi centri che animano la vita notturna delle estati italiane un posto d'eccezione merita sicuramente Rimini. Situata in una zona pianeggiante della costa adriatica della Romagna sud-occidentale, Rimini è (insieme a Riccione e Cattolica) uno dei centri più vivaci della zona.

{ads1}

Oltre alle sue famose spiagge (sempre affollate di turisti, soprattutto tedeschi ed est-europei), la movida della città punta su alcuni locali i cui nomi sono conosciuti dai più: dalla discoteca Paradiso (forse la più nota della riviera, nata nel lontano 1957 e spesso popolata da personaggi famosi) al Carnaby, discopub sempre più in voga tra i più giovani. Sono anche altri i locali che movimentano una vacanza a Rimini: il mitico Coconuts (noto discobar all'aperto in stile Ocean Drive di Miami) e il Rock Island (locale molto tipico, ricavato da una palafitta sulla spiaggia) sono mete fisse designate da turisti e non. Sicuramente il titolo di capitale della riviera romagnola è dovuto proprio alla qualità della vita notturna che Rimini offre ai suoi visitatori: non è un caso che un hotel a Rimini debba esser prenotato con largo anticipo. Al di là dei divertimenti notturni, settore per cui c'è una grande concorrenza con la vicina Riccione, Rimini offre ai suoi visitatori anche dei monumenti e dei luoghi turistici di prim'ordine. Fondata al tempo dei romani (268 a .C.), Rimini divenne già al tempo un crocevia importante per i traffici nella regione: non è un caso se da qui partono due arterie di viabilità essenziali sin da allora, la Flaminia e l'Emilia. Proprio a questo periodo, così come la notevole cinta muraria che circonda la città, risale una delle principali attrazioni della città, l'Arco di Augusto, datato 27 a.C. e attualmente il più antico arco romano esistente All'epoca medievale risale invece un altro importante monumento della città, il Tempio Malatestiano. Costruito sull'antica Chiesa gotica di San Francesco (risalente al XII secolo), il Tempio Malatestiano è stato progettato da Leon Battista Alberti intorno al 1450, ed è divenuto il simbolo della nobile famiglia dei Malatesta che ha governato la città dal XIII al XVI secolo. Oltre allo splendido edificio religioso, possiamo ricordare gli edifici civili, che si ammassano tutti intorno alla Piazza del Comune (l'attuale piazza Cavour), il Palazzo dell'Arengo (eretto all'inizio del XIII secolo) e il Palazzo del Podestà (risalente al 1334). In epoca comunale infatti, il centro del potere a Rimini venne spostato in questa zona, mentre l'antico Foro romano veniva utilizzato per il mercato e, successivamente, per le giostre. Anche il porto di Rimini, tuttora uno dei principali nell'area nord-adriatica, ha una storia antica e prestigiosa, risalendo già ai tempi dei Romani ed essendosi molto sviluppato in epoca bizantina. Una vacanza a Rimini, inoltre, propone anche importanti suggestioni "cinematografiche". La città, infatti, è anche nota per aver dato i natali (nel 1920) ad uno dei più grandi registi di tutti i tempi, Federico Fellini: a lui è dedicato un apposito itinerario cittadino, che coinvolge i luoghi legati alla sua personalità. Rimini, dunque, non è solo sinonimo di notti folli e divertimenti sfrenati, ma è capace di coniugare tutto questo con un'offerta culturale di tutto rispetto. Una vacanza a Rimini comprende quindi una gamma di esperienze molto varia ed entusiasmante, ma soprattutto per ogni età: dalle spiagge e dai parchi acquatici per i più piccoli ai locali by night per i giovani; dalle bellezze artistiche e architettoniche ai luoghi legati alla storia e alla filmografia di Fellini. Prenotare un hotel a Rimini, poi, è ora più semplice: basta andare su http://www.hotel.it e scegliere tra i tantissimi soggiorni proposti nella località, disponibili per tutte le tasche. Rimini è una vacanza che incanta tutti, la meta ideale per l'estate di giovani e meno giovani: vieni a scoprirla! 

Casentino: La valle più bella della Toscana - 2.0 out of 5 based on 1 vote

 

alt

Il Casentino è la prima valle dell'Arno, dove Dante con la sua poesia , riuscì a cogliere gli aspetti paesaggistici, storici e culturali più profondi ed affascinanti.

{ads1}

L'imponente bellezza delle montagne che chiudono la vallata, spesso boscose, folte di abeti, di faggi e di castagni, precedute da colli armoniosi e da verdi piani ubertosi; il ricordo di luoghi venerati come la cupa montagna di Camaldoli, prescelta dal ravennate S. Romualdo per fondarvi l'ordine dei suoi eremiti, o il "crudo sasso" della Verna, in cui S. Francesco ricevette il sigillo delle stimmate; la menzione di eventi storici come la battaglia di Campaldino, e di personaggi più o meno legati al Casentino: tutto ciò è presente in Dante che ha saputo introdurci nel cuore della regione, come nessuno scrittore meglio avrebbe potuto, grazie all'insuperabile forza evocatrice della sua poesia. 

Abitato dagli Etruschi e quindi dai Romani, durante il lungo periodo medioevale, il Casentino accentra la sua vita intorno ai numerosi castelli che restano più o meno conservati o hanno lasciato i loro nomi ai rispettivi luoghi. Sorgono quindi le abbazie, un po' dovunque nei recessi ombrosi, di semplice, austero stile romanico; sorgono le pievi di struttura più complessa con la robusta decorazione plastica dei capitelli.

 E quando il Medioevo si avvia al suo tramonto, e le lotte tra le frazioni finiscono col predominio di Firenze, questa città unisce nel 1440 il Casentino al suo territorio, distruggendo la plurisecolare signoria dei conti Guidi.

Oggi la ragione geografica ha avuto per il Casentino il suo naturale sopravvento. Poiché questa prima valle dell'Arno sbocca sulla vasta pianura aretina, essa appartiene alla provincia di Arezzo e ne costituisce una parte di grande rilievo per quanto riguarda l'ordine economico, sociale e culturale.

Se avete bisogno di una alloggio per visitare il Casentino e la splendida Toscana vi invito a visitare il sito di Villa Caterina, una villa in Toscana con piscina privata che viene affittata per le vacanze

Ho provato a descrivere in poche parole la valle del Casentino, e spero di aver suscitato a qualcuno la voglia di voler visitare questa splendida ed interessante regione, compresa nella più vasta regione Toscana.

Sardegna turistica: il territorio della Gallura - 3.5 out of 5 based on 4 votes

3.55

 

Fra le destinazioni più note ed apprezzate per una vacanza in Sardegna, la Gallura ricopre un ruolo di primaria importanza sia per numero di presenze che per organizzazione del territorio e dei servizi. Grazie ai numerosi collegamenti marittimi ed aerei che servono il porto di Olbia e l’aeroporto Costa Smeralda, il territorio gallurese è una delle zone meglio collegate e facilmente raggiungibili.

{ads1}

Questa caratteristica la rende una meta ideale per brevi soggiorni anche solo di una settimana. La Gallura, storicamente parte della provincia di Sassari, ha ottenuto recentemente l’autonomia amministrativa con l’istituzione della provincia di Olbia e Tempo, grazie soprattutto ai risultati economici generati dal turismo e dal suo indotto. La Sardegna turistica ha conosciuto in questa zona le sue origini grazie al fenomeno Costa Smeralda e si è internazionalmente affermata quale meta di grande fascino grazie alle splendide coste, ai mari color verde smeraldo, alla natura tipicamente mediterranea ed alla esclusività delle ville e degli hotel. Con il passare degli anni si sono moltiplicati gli insediamenti e il turismo gallurese si è proiettato oltre la Costa Smeralda proponendo una ricettività non più solo esclusiva ma accessibile a diverse tipologie di clientela. Oggi, anche grazie agli interventi legislativi della Regione Autonoma della Sardegna a tutela del paesaggio, la Gallura offre un giusto equilibrio tra densità costruttiva e territorio per un turismo dai numeri importanti ma non totalmente di massa. Le strutture ricettive presenti quali hotel, case per vacanze, ville, residence e bed&breakfast hanno un livello qualitativo medio-alto e l’offerta varia dalle soluzioni più accessibili fino a quelle di lusso ed esclusive. Il territorio gallurese offre ai turisti non solo le sue coste ma anche l’entroterra fatto di piccoli comuni molto caratteristici, di zone verdi adatte a praticare sport a contatto con la natura, di tracce di un antichissimo passato risalente all’epoca nuragica e romana. La presenza di tradizioni culturali non confondibili con quelle di altri territori, di una tradizione gastronomica di alto livello grazie alla qualità delle materie prime e alla tipicità delle ricette, di una produzione vitivinicola di tutto rispetto che raggiunge in alcune cantine livelli di eccellenza, sono altri buoni motivi per visitare questo angolo di Sardegna anche nei periodi primaverili ed autunnali. Manifestazioni legate ai motori quali il Rally di Sardegna, alla vela, alla pesca sportiva, alle attività subacquee, al golf, al windsurfing e kite surfing fanno della Gallura una meta ideale per gli appassionati delle discipline sportive a contatto con il mare e la natura. Fra gli eventi più importanti attesi per il 2009 spicca sicuramente il G8 che vedrà riunirsi i rappresentanti dei paesi più industrializzati del mondo nel comune di La Maddalena. In vista di questo appuntamento di rilevanza internazionale, saranno realizzate importanti opere di miglioramento della viabilità stradale, che contribuiranno ad innalzare ulteriormente il livello qualitativo dell’offerta turistica gallurese. La Gallura si propone anche per il 2009 quale meta turistica tra le più desiderate al mondo, rinnovando l’offerta ricettiva ed i servizi per stare al passo con il mercato sempre più orientato verso la qualità. 

Autore: Luca Frau

 

Gli Itinerari di Martino

“A circa 10 miglia a sud-est di Pelagosa, giace in fondo al mare il Cacciatorpediniere Turbine e con esso dormono il sonno eterno gli eroici marinai.
Passando di là, gettate un fiore”. //Martino
 

Itinerari in Bici

“Tutte i migliori percorsi in Bici” // Matrix
 

Pubblicizza la tua struttura

Pubblicizzati

Scrivi un itinerario e parlaci della tua zona. Pubblicizza la tua struttura. Suggerisci ai turisti tutte le attività che possono svolgere.
 

Scrivi il tuo Itinerario

Scrivi il tuo Itinerario

Scrivi ed invia il tuo Itinerario. Noi lo pubblicheremo per te sul nostro sito.
 

Pianifica le tue Vacanze

Cerca il luogo migliore

Leggi i nostri itinerari e cerca il luogo migliore per le tue prossime vacanze

Cerca il tuo Itinerario

Consulta le nostre mappe

Con le nostre mappe interattive potrai trovare facilmente il luogo che ti interessa
 






Italia Itinerari - La migliore risorsa per i tuoi viaggi

Naviga sul sito e pubblica i tuoi Itinerari. Cerca la migliore meta per le tue vacanze. Se vuoi scoprire di più su ItaliaItinerari.it naviga nella sezione "Come Funziona"